mercoledì 5 maggio 2021

Review party: Space - Lo spazio che ci unisce di Penny Reid

 


Buonasera lettori, anche oggi un nuovo evento libroso imperdibile! 
Sono stata più che felice di partecipare, e se siete qui a leggermi vuol dire che dovete aver già divorato in un sol boccone il primo volume di questa trilogia dell'unica ed inimitabile Penny Reid!


Autore: Penny Reid

Editore: Always Publishing Editore

Prezzo: 4,99 ebook - 13,90 cartaceo



TRAMA
Una settimana.
Uno chalet in montagna.
Un genio della fisica.
Un musicista di successo.
Un passato mai dimenticato.
Cosa potrebbe andare storto?

Mona DaVinci è una donna geniale, riconosciuta come una delle più grandi menti della sua generazione. In cerca di riposo e relax, si rifugia nello chalet di famiglia ad Aspen, il suo posto preferito per rilassarsi quando riesce a prendersi una pausa dalla sua vita frenetica.
Tutti i suoi piani dettagliati però vanno in fumo quando arriva ad Aspen e trova la baita di famiglia occupata dal fratello, Leo, e i suoi amici, tra i quali c’è anche il ragazzo da cui quasi tre anni prima Mona è scappata via, e a lungo lo ha rimpianto.
Abram, oggi, è il frontman di una band di successo: ha scalato le classifiche con le sue canzoni ed è in procinto di partire per una tournée.
Mona ha sofferto molto per il modo in cui lo ha ingannato. Ancora innamorata di lui, prende la decisione di offrirgli la sincerità che gli aveva negato, anche se in ritardo.
Ma Abram non è disposto ad ascoltarla.
Tradimento, rabbia e desiderio di vendetta ancora gli infuriano dentro. Ferito dal raggiro e dalle bugie di Mona, è convinto che per lei quella settimana trascorsa insieme non sia stata altro che un gioco, che non le sia mai importato niente di lui. La voglia di punirla lotta contro il desiderio di amarla, contro la chimica che li aveva già uniti e la mancanza di onestà che li aveva distrutti. Mona e Abram avranno una sola settimana per rimettere ordine nei loro cuori. Ci riusciranno?
Lui è in cerca di vendetta.
Lei desidera il suo perdono. Chi avrà la meglio?

Dopo essere rimasta appesa con il finale del primo volume, sono stata mega super ultra felice di scoprire come è andata a finire con il nuovo scambio d'identità. 
L'autrice ci riassume cosa è avvenuto con il ritorno di Lisa a casa, per poi spostarci in avanti di due anni, durante i quali Abram non ha smesso di pensare a "Lisa" e Mona non ha smesso di pensare ad Abram. 
Quella sola e semplice settimana, con le emozioni annesse, è riuscita a lasciare una traccia nel cuore di entrambi.
La Reid è riuscita a stupirmi nuovamente, sviluppando la trama in modo abbastanza imprevedibile, mi sarei aspettata qualche cliché, ma ha invece deciso di optare per la strada meno battura, come direbbe Frost, e l'ho apprezzato tantissimo. Se con il primo mi aveva affascinata, con questo secondo capitolo, mi ha convinta e catturata ancor di più.
Lo scorrere lento della trama, il dare il giusto tempo ai fatti di svilupparsi, è stata la mossa che più ho apprezzato. Ha reso il tutto meno banale, più reale, come le azioni dei protagonisti. Li ritroviamo ora più maturi infatti, consapevoli e disposti a mettersi in discussione. 
Insomma, il seguito premette molto molto bene e se nel primo non mi era chiaro il ruolo del protagonismo maschile, con il pov alternato, l'autrice è riuscita ad intervenire tempestivamente e a regalarci un viaggio nella sua mente.
Cinque stelle meritatissime!
xoxo,



mercoledì 28 aprile 2021

Segnalazione: Gli uomini del nord "Il sovrano" di Elin Peer

Buonasera lettori, vi segnalo una prossima uscita per Queen Edizioni!

 Esce il 20 maggio il secondo volume della serie "Gli uomini del nord"!!


AUTRICE: Elin Peer

EDITORE: Queen Edizioni

PAGINE: 300

DATA DI USCITA: 20 maggio 2021

Quattrocento anni nel futuro: le donne governano il mondo, ma Khan Aurelius, sovrano degli ultimi uomini liberi, è determinato a ottenere il potere che, per secoli, è stato negato al genere maschile.

Essendo in netta minoranza numerica, Khan sa che la sua unica possibilità per ottenere il potere è che le donne lo cedano spontaneamente. E visto che ha preso una delle consigliere come ostaggio, il sovrano è sicuro di poter vincere. Dopotutto, lei non è altro che una docile creatura.

La consigliera Pearl ha sacrificato sé stessa per salvare una sacerdotessa innocente. Bloccata nelle Terre del Nord, la sua dolcezza e la sua visione semplice del mondo non sembrano impressionare Khan, che cerca di spingerla a vedere le cose a modo suo.

Quella tra i due scaltri leader si rivelerà essere una battaglia di parole e potere. Riuscirà Pearl a portare una nuova visione democratica tra i primitivi Nuomini, o sarà Khan a corromperla con il suo fascino?


A presto,

Marianna

sabato 17 aprile 2021

Review Tour: Royal Hearts Academy di Ashley Jade


Buona sera lettori, anche oggi partecipo ad un nuovo emozionate evento libroso, grazie al quale vi parlo di questa recente uscita per Hope Edizioni! 




Autrice: Ashley Jade

Casa Editrice: Hope Edizioni

Pagine: 442

Prezzo: 3,99 ebook - 12,90 cartaceo


Voglio ferire Dylan.

No. Più che ferirla.

Voglio torturarla, fino a quando non proverà una piccola frazione del dolore che ha causato a me e alla mia famiglia.

Fino a quando non riuscirà più a sopportarlo e tornerà da qualsiasi posto sia venuta.

***

Mi chiamo Dylan Taylor e non avrei mai pensato di tornare a Royal Manor.

Tuttavia, eccomi di nuovo qui, per frequentare l’ultimo anno alla Royal Hearts Academy.

Ritroverò Jace Covington: il mio primo amico, il mio primo amore, il mio primo bacio.

La persona che sono stata costretta a lasciarmi alle spalle.

Il nuovo Jace, però, è tanto crudele quanto stupendo, e sembra determinato a rendere la mia vita un inferno, insieme alla sua famiglia e alla sua cerchia di amici.

Io non so perché il ragazzo che amavo mi odi così tanto, ma... se Jace Covington vuole che me ne vada dovrà impegnarsi di più, perché non sono mai stata il tipo di ragazza che gioca secondo le regole.



Pronti a venire trasportati all'interno della vita complicata e ricca di colpi di scena di Dylan Taylor?

La nostra protagonista ha a tratti un carattere debole per i miei gusti ma la trama che ha deciso d'intrecciare per lei l'autrice non le lascerà molto scampo.

Proprio come un tifone su di lei iniziano ad abbattersi, fin dal suo ritorno in città, difficoltà delle quali non riuscirà a spiegarsi l'origine, sarà sempre tutto sospeso su un filo sottilissimo e lo sa bene Jace, che per quanto vorrebbe odiarla e tenerla a distanza non riesce a dimenticare di aver provato altro, un sentimento più viscerale e romantico dell'oscura pozza di odio da cui cerca di abbeverarsi. 

Jace cerca di ferire la ragazza che ama, è infatti lui a seminare le difficoltà di cui parlavo e talvolta tende ad esagerare, menomale che esistono interventi divini! Ci metterà un po' ad elaborare che esistono delle sfumature tra il bianco e il nero. 

La Jade rende bene l'intera storia, tanto che a lettura terminata mi sono sentita improvvisamente lasciata sola. Avrei voluto rimanere ancora per un po' in questo intricato mondo, che alla fine riserva lezioni per tutti. 

Il personaggio che ho preferito è quello del cugino di Taylor, ci viene presentato fin da subito in modo inusuale ma devo ammettere che durante l'intero libro viene sviluppato in maniera interessante, come lui, anche se in minor percentuale, vale per Cole.

Darei al libro almeno quattro stelle su cinque.

Buona lettura!

Marianna

martedì 13 aprile 2021

Review Party: Come il vento d'inverno di Rhoma G.

 


Buonasera lettori, speravo di approdare prima sul blog, per parlarvi alle prime luci dell'alba di questo bel libro per cui oggi partecipo al Review Party, ma non mi è stato possibile. Tenterò di farmi perdonare, cercando di rendervi partecipi della lettura portata a termine con entusiasmo.



IN VENDITA DAL 12 APRILE 2021

 Prezzo: ebook €2,99 pp. 378 cartaceo €12,99

 Pagine: 378

 DISPONIBILE SU KINDLE UNLIMITED

Sharon ha sempre celato la sua vera natura di persona impaziente con una spiccata predisposizione alla menzogna. Una contraddizione vivente per chi, come lei, è dedita alla filosofia zen. Con Andrew, tuttavia, sembra aver trovato il giusto equilibrio. Lui è il suo amore, il suo amico, il suo mentore nello studio di avvocati dove lavorano insieme. La loro vita di coppia e di colleghi scorre serena a Winnipeg fino a quando una verità inconfessabile la distruggerà forse per sempre. Per Sharon è il tracollo emotivo che la spinge a rifugiarsi a Gimli dove l’inverno polare l’accoglie, offrendole inaspettate opportunità, fra tutte l’amicizia che sboccia con Danny King, ranger dal cuore spezzato. Basterà la distanza a far desistere Andrew dal proposito di riconquistare la donna della sua vita? Sharon riuscirà a sottrarsi ai ricordi e al proposito di Andrew di riconquistarla? Soprattutto, saprà resistere al nuovo sentimento che sta piano piano crescendo dentro di lei? Il vento d’inverno soffierà forte sulle vite dei protagonisti, curerà le ferite, intreccerà i destini e accenderà nuove speranze spegnendo le vecchie. ROMANZO AUTOCONCLUSIVO – NUOVA EDIZIONE A CURA MORE STORIES Rhoma G. ha cominciato a scrivere racconti all’età di tredici anni, e sebbene la vita l’abbia poi indirizzata da tutt’altra parte, non ha mai messo di coltivare il sogno di diventare scrittrice. Divoratrice di libri e scrittrice per passione, considera la lettura il mezzo per vivere tante avventure diverse e la scrittura il tramite tra il mondo reale e i personaggi creati dalla sua fervida immaginazione. Vive col marito e un bassotto di nome Ercole in una città di mare, ama viaggiare e nutre una smodata passione per la pizza e i film di Hitchcock. Per More Stories ha già pubblicato Ogni maledetto martedì e L’uragano dentro me. 

In un mondo di stereotipi e trame piatte oltre che prevedibili, siate il gambero che nessuno ha il coraggio di essere, siate come Rhoma G. Scegliete la bellezza della verità, dei ritratti fedeli della vita di tutti i giorni, perché è quella la magia: i piccoli miracoli che possiamo toccare con mano, o che possiamo scoprire essere raggiungibili. 
Il mondo di Sharon e Danny si trova dove non ci sono storie perfette ma vite incasinate che in qualche modo s'incontrano e danno vita a disastri che possono rovinare ancora di più le cose o renderli la cosa migliore mai successa. Scusate il giro di parole.
Lo stile dell'autrice mi piace molto, non lo definirei fresco, ma è sicuramente diverso, interessante e maturo. Non è certamente alle prime armi e si nota, come si nota la capacità narrativa, l'assenza di fronzoli e la presenza di succo e polpa dolci e consistenti. Questo basta a renderlo nuovo per il mio palato esigente, oltre che da leggere.
La pudica che è in me avrebbe dovuto scandalizzarsi davanti ad alcune scene, cosa su cui spesso non mi soffermo scendendo nei dettagli parlandovene, ma non è successo e ve ne parlo. L'autrice ha un suo tatto, un modo di affrontare quanto scrive che rende tutto molto leggero, quasi come una nuvola, pur non essendo superficiale. 
Penso di aver detto tutto quello che potevo.
xoxo, 
Marianna


giovedì 1 aprile 2021

Review Party: Motion - il moto dei cuori di Penny Reid

Buongiorno lettori, non vi sarete dimenticati di me?! Sono ancora con voi e sto lavorando duramente per portarvi tante novità. Veniamo però a noi, ho partecipato ad un nuovo emozionate Review Party e spero che sarete curiosi di sentirmi delirare su questa nuova intrigante uscita marchiata Always Publishing!


Autrice: Penny Reid

Casa Editrice: Always Publishing

Pagine: 240

Prezzo: 4,99 ebook - 13,90 cartaceo

Una sola settimana.

Una casa vuota.

Una ragazza geniale.

Un aspirante musicista.

Un’enorme menzogna.

Cosa potrebbe andare storto?


Mona DaVinci è una giovane promessa della fisica. La ricerca è la sua vita, nulla può distoglierla dai propri obiettivi. Quando ci si diploma a quindici anni e si inizia un dottorato di ricerca a diciannove, infatti, non si ha tempo per distrazioni. Mona ne è consapevole, per questo anche il divertimento per lei è programmato.

La sua gemella Lisa, però, non sembra pensarla così. Più vicina allo stile di vita dei loro genitori, due super celebrità, con i suoi colpi di testa lei offre di continuo materiale ai tabloid. La sua ultima bravata, tuttavia, le è costata la prigione e adesso Mona è costretta ad impersonare Lisa per nascondere ai genitori l’arresto della sua gemella.

Ritornare nella casa di famiglia per una sola settimana non le sembra un compito troppo difficile, finché non scopre di doverla condividere con un guardiano: il migliore amico di suo fratello, Abram.

Abram è un aspirante musicista di talento che stabilisce da solo le sue regole, senza programmi e pianificazioni. Dovrebbe rappresentare tutto ciò che Mona detesta, eppure lei se ne sente attratta da subito. La chimica tra loro è esplosiva. Nonostante Abram non conosca la verità sullo scambio, Mona per la prima volta inizia a considerare l’idea di abbandonarsi alle proprie irrazionali emozioni senza rimpianto, anche a costo di menzogne e sotterfugi.

Le bugie, però, aleggiano sulla sua testa come una minaccia, una bomba ad orologeria pronta ad esplodere. La rivelazione della vera identità di Mona la unirà ad Abram ancora di più o ferirà in maniera irrevocabile l’unico ragazzo che abbia mai toccato il suo cuore?

 

Siamo abituati a leggere storie con protagoniste ignare, fragili, da santificazione, ma se avevo pensato che Mona potesse rientrare tra di loro ecco che dopo un po' ho scoperto che lei era diversa, aveva degli aspetti da scandagliare con una bella lente d'ingrandimento. Non era un personaggio perfettamente lineare, nascondeva dei nodi che lentamente sono venuti al pettine e mi incuriosisce l'dea di come incideranno sul seguito e sulla sua crescita nel corso della trilogia. 
Sul versante Abram sono ancora incerta, non sono riuscita probabilmente a coglierlo pienamente ma ho il sentore che il carattere donatogli dall'autrice riserverà delle sorprese, perché neppure lui è così fedele agli stereotipi. Insomma due protagonisti che promettono bene se non benissimo. La loro chimica, tra docce gelate e scintille, piace. Soprattutto perché appaiono così diversi ma non lo sono, hanno semplicemente dei vissuti ingombranti ma non peseranno per sempre allo stesso modo, e sarà allora che capiranno di essere affini ma potranno permettersi di esserlo? Il problema non è forse questo? Scoprire cosa succederà? Per ora nessuno è in grado di saperlo, possiamo solo incamminarci insieme a loro alla ricerca di questa risposta. Non siete emozionati? 
Per quanto riguarda l'ideatrice di tutta la baracca, ho notato un mutamente nel suo stile rispetto ai suoi libri precedenti, più convinzione, più sicurezza in una storia che non rassicura affatto il lettore, perché tutto sembra invece essere possibile, perfino la caduta di un meteorite.
Esito finale: consigliato! 
Le prossime festività potrebbero essere il momento giusto per lasciarsi travolgere dalla penna della Reid.  😉

xoxo, 


mercoledì 17 marzo 2021

Review Tour: La persona che resta di Melanie Summers

Buongiorno lettori, sono felice di ritornare tra voi e ancora di più perché nel farlo vi parlo di un libro che mi ha piacevolmente colpito. 




Autore: Melanie Summers

Traduzione: Francesca Noto

Editore: Darcy edizioni

Genere: Romance contemporaneo - second chance - small in the town - narrativa femminile

Pagine: 400

Costo: 0,99€ in pre-order - 1,99€ il giorno d’uscita, poi 3,99€ in ebook - 16€ cartaceo -

disponibile su KU

Data d’uscita: 10 marzo 2021


Trama:

Vincitrice della medaglia d'argento della narrativa femminile, Reader's Favorite Awards 2020.

Dall'autrice di bestseller Melanie Summers, arriva una storia emozionante che ci parla dell’amore, della perdita e della rinascita...

Dopo aver perso il marito, la scrittrice Abigail Carson ha praticamente rinunciato a vivere. Ha trascorso l'ultimo anno rinchiusa nel suo appartamento di Manhattan, fino a quando, a causa dei suoi esigui risparmi, è costretta a trovare una nuova casa.

Abigail è alla ricerca dell’anonimato e dell'isolamento, per questo si trasferisce in un minuscolo villaggio della Nuova Scozia dove immagina che non ci sarà nessuno che possa interrompere la sua solitudine.

Tuttavia, Abigail non si rende conto che la vita in un piccolo paese offre molta meno privacy rispetto alla grande città. Con i vicini che bussano alla porta regalando dolcetti fatti in casa e inviti, Abby si ritrova presto immersa fino al collo nella vita della gente di South Haven. Tra i tanti, stringerà un'improbabile amicizia con Liam Wright, il tuttofare che sta ristrutturando il suo cottage fatiscente, e sua figlia, Olive di sette anni.

All’improvviso il cielo oscuro che avvolge Abigail sembra schiarirsi, inizia persino a pensare di aver ritrovato l'amore. Ma proprio quando è pronta a rischiare, scopre che Liam nasconde un segreto scioccante che potrebbe sgretolare le sue ultime certezze. Abigail si trova di fronte a un bivio: deve decidere se voltare per sempre le spalle al dolore o aprire di nuovo il cuore anche se il cielo minaccia ancora tempesta.

Profondo, commovente e pieno di speranza, La persona che resta ci ricorda l'importanza delle relazioni familiari e sociali e la natura inseparabile dell'amore e della sopravvivenza.



Non importerà a nessuno ma è proprio vero che alcuni romanzi arrivano al momento giusto e per me era il momento giusto per leggere "La persona che resta". Si tratta di quei romanzi, che toccano corde nuove, che difficilmente vengono coinvolte, ma che desiderano ardentemente essere ascoltate. 
L'autrice attraverso uno stile ammaliante, diretto ma non insensibile, lancia delle verità. Verità non sempre facili da digerire ma che come ho appreso durante la lettura, possono essere accettate in un certo qual modo, accantonando la paura e la voglia di nascondersi. Rammenta di dover reagire, che farlo è l'unico modo per assaporare, per quanto poco, la felicità. 
Ho apprezzato molto la descrizione di tutti i personaggi, principali o secondari che fossero. Tutto era calcolato al mm ma non lo era davvero. Una sensazione difficile da spiegare ma vi assicuro piacevole. 
La storia di Abigail è autentica, come il suo personaggio, come il mondo che le gravita tutto intorno, potrebbe essere la storia di chiunque di noi ed è questo a stupirmi: la voglia di mettere nero su bianco gli aspetti negativi e positivi che tutti ci ritroviamo prima o poi ad affrontare. Non nego di essermi anche commossa, ma non abbiate paura la realtà sa regalare ancora sorprese ed è per questo che consiglio questa lettura. Che abbia partecipato o meno al Review Tour non conta miei cari lettori, non vi direi di mollare gli ormeggi se non fossi sicura di quanto vi sto dicendo. Sapete, potremmo riassumere ogni cosa con un espressione conosciutissima: Carpe diem!
A volte poi, qualche lacrimuccia fa bene, vi ricorda di essere umani, ridimensiona l'ego e vi permette di vedere davvero quanto siano importanti certi affetti.




mercoledì 10 febbraio 2021

Recensione: La gallina che sognava di volare di Sun-Mi Hwang

Buongiorno lettori, oggi trattiamo qualcosa di diverso che continua a scaturire dalla mia curiosità verso alcuni paesi dell'asia. In particolar modo, abbiamo l'occasione di soffermarci su una favola, un po' per tutte le età made in Corea del Sud.


Autrice: Sun-Mi Hwang
Casa Editrice: Bompiani
Pagine: 144
Prezzo: 6,99€ ebook - 11,00€ cartaceo

Sinossi: Gemma è una gallina prigioniera di una stia e tormentata da un sogno impossibile: poter covare un uovo e vederlo dischiudere. Ma le sue uova, destinate alla vendita, le vengono sempre sottratte e non diventeranno mai pulcini. Sfinita dalla fatica e dal dispiacere, avviata a una fine terribile, con uno scarto improvviso Gemma si ritrova libera. Grazie all'aiuto del germano Ramingo riesce a sfuggire alle grinfie della donnola e comincia ad assaporare le gioie di una vita che ricomincia daccapo. La nuova libertà tuttavia ha un peso e un prezzo: Gemma non appartiene a una famiglia, un branco, uno stormo. È sola. L'incontro con un grosso uovo azzurrino darà un senso ai suoi giorni, ma il piccolo che ne sbuca non assomiglia a quelli della gallina dell'aia: è un essere diverso, solitario come lei, che deve trovare il suo posto nel mondo e guardarsi dalle avide mire della donnola. Sembra proprio che nell'esistenza di Gemma non ci sia posto per un po' di pace: ma sono proprio le difficoltà e gli ostacoli a darci il senso di quanto può farsi grande una gallina quando lotta per ciò in cui crede. Una favola d'amore e di dolore, di coraggio e sacrificio, per lettori di tutte le misure.



Dovremmo trovarci dinnanzi ad una favola e bene o male la struttura lo ricorda, ma quello che leggerete è molto più "maturo" rispetto ciò che potreste pensare di leggere. Le vicende che vengono narrate sono così, a loro modo, "vere" da lasciare una traccia del loro passaggio nel lettore, che si tratti di un ragazzino o di un adulto, quale io dovrei rappresentare a 23 anni, 24 secondo l'età coreana. Ora quella che si è ritrovata a commuoversi e letteralmente a versare delle lacrime sono sempre io, quindi comprendo il perché abbia avuto tanto successo nel suo paese d'origine e non solo, se ben ricordo. L'autrice ci ha portati in un mondo che possiamo toccare, ma per farlo, per poter arrivare a tanto dovremmo cercare il punto di vista di un cucciolo, che sia una gallina o un cagnolino. Delle volte crediamo di avere solo noi essere umani una vita difficile, crediamo dunque che tutto ci sia dovuto e sia normale vederci arrivare il pollo in tavola, strapazzare delle uova nella padella... ma anche gli animali per quanto definiti tali, possono avere dei sentimenti, non credete? Questo non vuol dire diventare vegetariani, questo vuol dire dare un peso a ciò che ci circonda. 



 

Review party: Space - Lo spazio che ci unisce di Penny Reid

  Buonasera lettori, anche oggi un nuovo evento libroso imperdibile!  Sono stata più che felice di partecipare, e se siete qui a leggermi vu...